Gabriele Torelli è vice campione di Mini Challenge 2018

Nel weekend del 5-6 ottobre, il pilota arcetano è sceso in pista per l’ultima volta con la sua John Cooper Works Challenge Pro con la volontà di rifarsi dopo alcune brutte esperienze collezionate nei precedenti appuntamenti e di ottenere il miglior piazzamento possibile.

Gabriele Torelli, vice campione in Mini Challenge 2018

Sia a Misano che nel circuito del Mugello, Gabriele Torelli era stato costretto al ritiro nella prima delle due gare in programma a causa di un problema ai freni e successivamente alle gomme, collezionando un doppio zero che in classifica gli era costato la pole position in quanto il rivale Sandrucci aveva saputo approfittare del vantaggio.

Nonostante gli inconvenienti, il pilota numero #44 ha alzato la testa e da vero campione è riuscito a distinguersi con le sue incredibili remuntade che gli hanno permesso di continuare a sperare e a lottare per il suo obiettivo.

Dopo la pausa estiva nel mese di agosto, l’appuntamento di Vallelunga, tenutosi l’8 e il 9 settembre, ha lasciato Gabriele con l’amaro in bocca con un quarto posto ottenuto in entrambe le gare che ha reso la strada per il podio sempre più tortuosa.

A conclusione di un campionato emozionante, in cui i colpi di scena e i duelli non si sono risparmiati, non restava che salutarsi nel Tempio della Velocità, l’Autodromo di Monza, dove quest’anno il ferrarista Kimi Räikkönen ha stabilito il record assoluto del circuito con una media di 263,587 km/h.

Presso il Monza Eni Circuit Gabriele Torelli ha concluso la prima gara in seconda posizione con un gap di +0,202 rispetto al primo classificato Luca Rangoni mentre in gara 2 ha ottenuto una splendida vittoria dopo un acceso scontro con Filippo Maria Zanin nei primi giri della corsa.

Gabriele Torelli, vice campione in Mini Challenge 2018

ZARE, partner del pilota dal 2016, si congratula con Gabriele Torelli per essere riuscito a salire sul secondo gradino del podio nel suo primo anno in Mini Challenge e aver dimostrato talento e tenacia nel perseguimento dei suoi obiettivi stagionali.

Ringraziamo Gabriele per le emozioni che ci ha regalato in questi sei adrenalinici appuntamenti e non ci resta che aspettare per scoprire quali sfide attenderanno il nostro pilota nella prossima stagione!