Al Tecnopolo di Reggio Emilia per parlare di stampa 3D e Industria 4.0

A febbraio prenderemo parte ad un ciclo di incontri intitolato “La stampa 3D per la mass customization di Industria 4.0”, organizzato dal Tecnopolo di Reggio Emilia, per approfondire le opportunità di sviluppo e utilizzo delle tecnologie di manifattura additiva.

Tecnopolo di Reggio Emilia

Il Tecnopolo di Reggio Emilia è uno dei dieci Tecnopoli della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna che si pone l’obiettivo di offrire competenze, strumentazioni, prodotti innovativi, processi più efficienti, nuove tecnologie e risorse al sistema produttivo sulla base delle necessità delle imprese.

“La stampa 3D per la mass customization di Industria 4.0” è un ciclo di tre incontri il cui scopo è quello di analizzare le possibilità d’uso dell’AM, da intendersi come strumento atto a migliorare l’efficienza e l’efficacia dei processi industriali attraverso attività di re-ingegnerizzazione, metal replacement, cost reduction…

I tre meeting, rivolti alle imprese del territorio, vogliono dimostrare, mediante l’esposizione di case studies, come nell’Industria 4.0 il ruolo della Manifattura Additiva vada ben oltre il concetto di Innovazione Tecnologica per approdare all’ottimizzazione dell’intero processo industriale, implementando l’efficienza dell’azienda stessa e contribuendo alla soddisfazione del cliente.

Tecnopolo di Reggio Emilia

Se pure la stampa 3D nasce come strumento a supporto di hobbisti e artigiani che necessitavano di realizzare piccoli oggetti oppure come mezzo di fabbricazione di prototipi, ad oggi è sempre più evidente il confine che separa queste realtà da quella della produzione additiva che si inserisce nel complesso mondo industriale reale.

Per quanto ci riguarda non potrebbe essere altrimenti: quello della manifattura additiva è un settore in cui l’innovazione è parte della realtà quotidiana. Essere aggiornati costantemente sulle tecnologie e i materiali ci consente di affermare che, ad oggi, il 70% del fatturato dell’azienda è dato dalla produzione di elementi definitivi. Solo così la stampa 3D evolve definitivamente in Manifattura Additiva, aprendo un ventaglio di nuove soluzioni legate alla produzione, alla progettazione e alle possibilità ingegneristiche.

Zare

Lorenzo Trombi, Material Engineer Specialist di Zare, interverrà al secondo e al terzo incontro che avranno luogo il 12 e il 26 febbraio, intitolati rispettivamente “Tecnologie additive per i metalli: dalla progettazione alla produzione” e “Manifattura additiva & automazione cambiano i processi industriali, dalla progettazione alla produzione”.

Per partecipare all’incontro e confrontarsi con i relatori in merito all’impulso che la Manifattura Additiva sta dando all’industria, visita il sito del Tecnopolo di Reggio Emilia o clicca qui.