Il reparto controllo qualità e collaudo di ZARE

In seguito all’allestimento di una nuova area produttiva, abbiamo scelto di investire nella realizzazione di un innovativo ed ampio spazio dedicato ad un centro di controllo qualità e collaudo per rispondere alle necessità sempre più stringenti del settore.

Il centro di controllo qualità e collaudo

Un centro di controllo qualità e collaudo serve a garantire la conformità dei componenti che vengono commissionati rispetto alle richieste del cliente stesso. Questo significa che ogni pezzo deve rispettare dei prerequisiti legati a tolleranze dimensionali, rugosità superficiali, specifiche meccaniche, durezza… che per essere verificati necessitano di controlli sempre più rigidi e differenziati.

Al suo interno vengono effettuati tutti i controlli metrologici a partire dagli algoritmi di best-fit fino ad arrivare ai complessi controlli tridimensionali tramite CMM (macchine di misura a coordinate) passando per rilievi dimensionali, test della rugosità tramite rugosimetri, rilievi con calibri, tamponi o micrometri.

Controllo qualità e collaudo sono concetti molto vicini tra loro e per questa ragione vengono spesso affiancati. Quando si parla di controllo qualità si intende un insieme di operazioni che possono essere svolte in differenti momenti della produzione: è possibile agire sul prodotto semi lavorato o sul prodotto in ingresso allo scopo di eliminare quei campioni che non corrispondono ai requisiti espressi nelle specifiche. Il collaudo, invece, viene svolto necessariamente in una fase più mirata della lavorazione ovvero si tratta di una verifica sperimentale a cui è sottoposto il componente prima di essere imballato e consegnato al cliente.

Personale qualificato, macchinari testati e spazi consoni

Il controllo qualità e collaudo è prima di tutto un mestiere e, in quanto tale, necessita di figure altamente formate oltre che di attrezzature e spazi specifici e dedicati in modo da garantire ripetibilità nella fase di misurazione. Si tratta di una fase critica della filiera di un componente che deve essere continuamente sottoposta a verifica, questo riguarda sia il personale che i macchinari i quali devono essere tarati periodicamente, in alcuni casi persino settimanalmente se si desidera ottenere un certo grado di precisione.


Il centro di controllo qualità e collaudo in Zare

Allo stesso modo è di capitale importanza che anche gli spazi siano consoni alle attività in quanto le macchine di misura comportano delle strutture piuttosto ingombranti e un’area di lavoro adeguata deve prevedere ampi spazi di manovra perché gli operatori possano azionare i macchinari ed eseguire i controlli. Infine, disporre di spazi consoni significa anche investire in un ambiente di lavoro con le giuste peculiarità in termini di condizioni climatiche poiché luoghi più angusti risentono maggiormente delle variazioni termiche rispetto ad un ambiente più grande. Benché sia necessario più tempo per portare il reparto alle condizioni ottimali, il risultato che ne consegue garantirà maggiore costanza di misurazione e permetterà di apprezzare valori di misura molto più precisi.

Il reparto per ridurre alcuni preconcetti nei confronti dell'additivo

Il centro di controllo qualità e collaudo si rivela fondamentale dal momento che la nostra Fabbrica è chiamata a produrre componenti in materiali altamente performanti e critici.

Inoltre, come ogni tecnica di lavorazione fortemente innovativa, sull’ Additive Manufacturing è ancora diffusa una leggera diffidenza riguardo alle prestazioni, che per essere dissipata, rende necessario un numero ancora più elevato di controlli rispetto a quelli a cui sono sottoposti i pezzi ricavati dal pieno.

“Questi controlli, non solo sono significativi in quanto consentono di rassicurare il cliente sulla conformità dei componenti realizzati in additivo, ma sono importanti anche in ottica di costruire uno storico per dimostrare l’affidabilità dell’additive manufacturing.”

-Andrea Pasquali, General Manager-


Il centro di controllo qualità e collaudo in Zare

È importante sottolineare che il centro non testa solo determinate tecnologie e materiali, anche se ad oggi solo per il metallo vengono verificati e collaudati tutti i pezzi prodotti in stabilimento, ma in generale sono stati implementati i controlli anche su materiali polimerici come Ultem e i materiali PA 603-CF e PA 620-MF per garantire assoluta conformità. I controlli non differiscono sulla base delle materie prime o delle tecniche di produzione ma sulla base del progetto e della filiera del pezzo stesso.

Non è così rilevante distinguere tra prototipi e pezzi funzionali in questa fase della lavorazione dal momento che entrambe le tipologie di prodotti vengono sottoposte a controlli di primo livello. In alcuni casi, addirittura, il prototipo subisce controlli più stringenti in quanto i costi elevati fanno sì che risulti sconveniente attuare alcune tipologie di verifiche sulle produzioni in serie.

“Il time to market si sta riducendo sempre di più e anche il prototipo deve essere quanto più perfetto possibile.”

-Andrea Pasquali, General Manager-

Perché introdurre un centro di controllo qualità e collaudo interno?

Investire in un centro di controllo qualità e collaudo interno con tutto ciò che comporta in termini di personale e attrezzature è fondamentale per un’azienda come Zare che aspira ad essere un punto di riferimento nella stampa 3D industriale e che fa dell’aggiornamento costante della sua Fabbrica uno dei suoi capisaldi.

Riduzione del time to market e accorciamento della filiera sono due dei vantaggi fondamentali della gestione di un reparto interno come questo che rappresenta un unicum nel suo genere in quanto pensato, sviluppato ed incentrato sulla produzione in additivo.


Il nuovo centro di controllo qualità e collaudo in Zare