Stampa 3D rame: vantaggi ed ambiti applicativi

La stampa 3D in rame rappresenta una delle sfide ingegneristiche del 2019. Le difficoltà di sinterizzazione delle leghe di rame rendono la stampa 3D una soluzione vantaggiosa soprattutto quando l’esigenza è quella di ottenere un elemento funzionale dalle alte proprietà conduttive; tale soluzione risulta ancora più vantaggiosa quando, come spesso accade, una forma pensata per l’additivo comporta anche un miglioramento delle caratteristiche del prodotto finito.

La stampa 3D dei metalli rappresenta una delle principali innovazioni apportate all’industria dall’additive manufacturing. La sinterizzazione tramite tecnologie additive prevede che le polveri metalliche vengano fuse tramite laser per ottenere componenti definitivi e funzionali. Le particelle di polvere vengono saldate attraverso un potente laser ad alta precisione che va a costruire selettivamente sottili e successivi strati metallici orizzontali.



ZARE è il partner tecnologico che il progettista può scegliere per realizzare componenti utilizzando la tecnologia di stampa 3d del rame. A partire dalla forte esperienza, costruita in oltre 5 anni di lavoro quotidiano su progetti per clienti dalle esigenze critiche, l’ Additive Team ha messo a punto un processo produttivo che va a ridurre sensibilmente i rischi di rifrazione tipici delle lavorazioni additive in rame.

Il risultato è la possibilità di produrre in additivo un’alta gamma di applicazioni industriali come dissipatori, guide d’onda, elettrodi, induttori o scambiatori di calore, offrendo al progettista vantaggi in termini di libertà nel design che possono impattare positivamente su tutti gli aspetti del risultato: economicità relativa, tempi di fabbricazione e prestazioni dell’elemento funzionale definitivo.

Lavorazoni in Rame

In ZARE mettiamo a disposizione una lega di rame, la CuNi2SiCr, che offre un’ottima combinazione di conduttività elettrica e termica accompagnata da elevata rigidità, anche a temperature elevate. Questa lega di rame presenta un’elevata resistenza alla corrosione ed è particolarmente adatta per applicazioni su particolari scorrevoli.

La lega CuNi2SiCr costituisce una valida alternativa alle leghe rame-berillio tradizionalmente lavorate con tecniche sottrattive. Le leghe rame-berillio, infatti, rappresentano un grave rischio sia per la salute dell’uomo essendo estremamente cancerogene, che per l’ambiente a causa dell’inquinamento delle polveri.

La stampa 3D del rame è certamente uno dei tasselli più significativi e sfidanti che la produzione in additivo ha reso disponibili nell’ultimo periodo di evoluzione tecnologica. I primi vantaggi sono già evidenti nei termini di velocità nel passare dal progetto all’oggetto concreto e funzionale.
Il reale elemento abilitante sarò l’ingegno del progettista. Attraverso lo studio delle geometrie riuscirà a spremere al massimo le caratteristiche dei materiali e a rendere la stampa 3d dei metalli una tra le tecnologie indispensabili al progresso tecnologico del futuro.