Un anno di INTEGRAZIONE ADDITIVA, un nuovo video, un modo di produrre COMPLETO

Un nuovo video dedicato all'Integrazione Additiva: il modo per capitalizzare le potenzialità di un modo di produrre rivoluzionario.


Abbiamo iniziato a parlare di INTEGRAZIONE ADDITIVA poco più di un anno fa.
In quel periodo abbiamo messo in funzione il primo centro di lavoro 5 assi di Mikron ed avviato un nuovo stabilimento produttivo complementare alla Fabbrica Additiva.
La nuova unità è complementare perché la ripresa meccanica è indispensabile per completare un pezzo additivo così da definirlo realmente funzionale.

Iniziando a lavorare fianco a fianco con i tecnici specializzati arrivati in ZARE per il nuovo reparto, abbiamo preso in considerazione alcuni concetti divergenti ma, soprattutto, abbiamo trovato molti punti di incontro.

Sedersi ad un tavolo comune ha portato, nelle settimane successive, a pensare a come la ripresa meccanica sia una fase, ovviamente, successiva alla produzione additiva ma, allo stesso modo, intimamente legata sia alla fase di ingegnerizzazione del pezzo che al processo di preparazione del lotto produttivo.

Produrre un elemento in additivo significa pensare, fin dall’inizio, a tutte le fasi attraversate dal pezzo.
Pensare in modo complessivo, o meglio, in modo INTEGRATO.

Dopo un anno di lavoro incessante, INTEGRAZIONE ADDITIVA ha assunto un valore molto forte nelle modalità produttive di ZARE diventando il concetto cardine sul quale ogni processo viene formalizzato e migliorato.
Ogni modifica alle modalità di lavorazione risponde sempre ad una domanda: quale impatto sulle fasi precedenti e successive avrà questa variazione?

Si tratta di una domanda banale, ma che per avere una risposta INDUSTRIALE E RIPETIBILE, deve necessariamente passare per una forte esperienza specialistica sul campo.

INTEGRAZIONE ADDITIVA è il modo per capitalizzare al 100% le potenzialità di un modo di produrre rivoluzionario.